Il canneto

Il canneto è l’habitat che più caratterizza il lago di Montepulciano. La specie che lo costituisce è la cannuccia di palude, una pianta che si rinnova annualmente provocando il caratteristico cambiamento di colore dell’intera area della Riserva, che passa dal verde acceso dei mesi primaverile ed estivi al color “paglia” dei mesi autunnali e inver- nali. Si tratta di un habitat effimero, venendosi a trovare tra terra e acqua.

In passato nel canneto venivano aperti dei “chiari”, ovvero aperte delle zone di acqua per le attività di caccia e pesca che erano svolte utilizzando i classici barchini.

Le superfici a canneto rivestono   una   importanza fondamentale per quelle specie che hanno bisogno di grandi estensioni di habitat, come il falco di palude, che vi caccia le sue prede, e l’airone rosso, presente con una piccola colonia riproduttiva.

Sempre nel canneto nidificano e si trovano molte altre specie di uccelli tra i quali: il tarabuso, il cannareccione.